Conto orario a lungo termine e contributi sociali :: Swissmem - La piazza industriale e intellettuale svizzera

Conto orario a lungo termine e contributi sociali

Autore: Claudio Haufgartner

04.08.14

I conti orari a lungo termine consentono di accumulare tempo o denaro per il pensionamento anticipato. Rispetto agli altri conti orari, i contributi sociali vanno dedotti al momento della registrazione sul conto.

Nella newsletter inviata a maggio 2013, la cassa di compensazione Swissmem ha trattato in maniera dettagliata la tematica dei conti orari a lungo termine e dei contributi sociali nonché la prassi seguita in questi casi. In seguito alle domande e ai feedback ricevuti, ci siamo messi in contatto con gli uffici competenti e l'Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) per ottenere dei chiarimenti e conoscere quali siano le condizioni che esigono la deduzione dei contributi sociali dal saldo ore accumulato nei conti orari a lungo termine al momento della registrazione sul conto.

 

Sulla base delle risposte ricevute dall'Ufficio federale delle assicurazioni sociali possiamo affermare quanto segue. 

 

Definizione di conto orario a lungo termine

 

Per «conto orario a lungo termine» s'intende un conto orario su cui è possibile depositare un valore (in termini di tempo e/o di denaro) allo scopo di poterlo utilizzare in seguito per un pensionamento anticipato. I depositi effettuati su un conto orario a lungo termine – che si tratti di tempo o di denaro – sono irrevocabili e non sussiste alcuna possibilità di riscuoterli prima di aver terminato l'attività lucrativa. Altresì non è possibile trasferire questi depositi su un altro conto orario. Questi conti orari a lungo termine hanno una durata di anni e, fino al momento della riscossione, sono intoccabili per il dipendente. Nel momento in cui si effettua la registrazione dei depositi sul conto orario a lungo termine, questi sono considerati come «realizzati» e sulla base del valore monetario attribuito a questo saldo ore al momento della registrazione sul conto vanno dedotti i contributi sociali corrispondenti.

 

Conti orari normali

 

Occorre tuttavia fare una distinzione: i «normali» conti vacanze o conti ore su cui vengono accreditati il saldo vacanze, saldo straordinari o altri saldi ore possono essere utilizzati per vari scopi durante il periodo di assunzione (p.es. come periodi sabbatici, vacanze prolungate, specializzazioni ecc.) In questi casi, nel momento in cui si riscuote il saldo ore, i contributi sociali sono detratti direttamente dal salario percepito durante il periodo corrispondente.

 

I due criteri summenzionati per distinguere i conti orari a lungo termine dagli altri conti orari e dai conti vacanze vanno verificati nei singoli casi sulla base dei relativi regolamenti. Raccomandazione: verificare nuovamente i conti orari esistenti sulla base di questi principi. Se si tratta senza alcun dubbio di un «conto orario a lungo termine» e se fino a quel momento non sono stati dedotti i contributi sociali, occorre tenere conto che l'ufficio competente ne reclamerà il pagamento al più tardi nell'ambito di una revisione della rendita AVS.

 

Se il conteggio a posteriori dei contributi da dedurre risultasse inattuabile, sono ammesse le seguenti eccezioni:

 

  1. svincolo del saldo ore dall'attuale conto orario a lungo termine e trasferimento in un normale conto orario/conto straordinari/vacanze;
  2. modifica del regolamento / disposizioni corrispondenti, il che si traduce in possibilità di riscossione più flessibili del saldo ore accumulato.

In entrambi i casi decade quindi l'obbligo di un conteggio immediato o a posteriori dei contributi sociali per il saldo ore accumulato.