Guarda questa e-mail sul tuo browser

Coronavirus: normalizzazione della situazione e implicazioni per la sicurezza sociale in un contesto internazionale

La situazione del coronavirus si sta in gran parte normalizzando nella maggior parte dei paesi dell'UE/AELS e le misure per combattere la pandemia vengono sempre più spesso revocate. Ciò ha implicazioni anche per le assicurazioni sociali in un contesto internazionale.

L'Ufficio federale delle assicurazioni sociali fornisce informazioni sullo stato attuale di questa questione sul suo sito web e offre una prospettiva sulla futura interpretazione del regolamento di subordinazione. Occorre distinguere tra i seguenti accordi applicabili:

Persone che rientrano nel campo d’applicazione dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone o della Convenzione AELS

  • Esempio: un cittadino italiano che svolge fisicamente la sua attività lucrativa in Svizzera e/o in uno o più Stati membri dell'UE
  • Conclusione: dal punto di vista dell'UFAS, l'interpretazione flessibile delle regole di assoggettamento rimane valida fintanto che non è stato concordato nient'altro con i paesi limitrofi

Persone che rientrano nel campo d’applicazione di una convenzione bilaterale di sicurezza sociale

  • Esempio: un cittadino italiano che svolge fisicamente l'attività lucrativa negli Stati Uniti ("Stati contraenti")
  • Conclusione: si applicano le regole abituali (eccezione: per i paesi in cui la situazione del coronavirus non si è ancora normalizzata)

Persone che non rientrano nel campo d’applicazione di nessuna convenzione di sicurezza sociale

  • Esempio: un cittadino italiano che svolge fisicamente l'attività lucrativa negli Emirati Arabi Uniti ("Stati non contraenti")
  • Conclusione: si applicano le regole abituali (eccezione: per i paesi in cui la situazione del coronavirus non si è ancora normalizzata)

Link alla pubblicazione dell'UFAS

© Swissmem 2021

 Personalizza o elimina un abbonamento alla newsletter.