Industria MEM: la ripresa prosegue :: Swissmem - La piazza industriale e intellettuale svizzera

Industria MEM: la ripresa prosegue

18.05.18

Nel corso del 1. trimestre 2018, l’industria metalmeccanica ed elettrica svizzera (industria MEM) ha conosciuto di un’evoluzione molto positiva. Rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, gli ordinativi sono cresciuti di +24,1 percento e il fatturato di +16,4 percento. Pure le esportazioni sono amentate di +4,9 percento. Le imprenditrici e gli imprenditori dell’industria MEM guardano con ottimismo alle previsioni per il 2018.

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, nel primo trimestre 2018 gli ordinativi dell’industria metalmeccanica ed elettrica svizzera (industria MEM) sono aumentati nettamente. Sono aumentati di +24,1 percento. Di questa evoluzione positiva hanno potuto beneficiare sia le grandi aziende come pure le PMI. L'elevato livello di commesse degli ultimi mesi ha influito positivamente sull'utilizzo delle capacità delle aziende. Stando ai dati forniti dal KOF, nel primo trimestre corrispondeva al 90,6 percento, valore nettamente superiore alla media pluriennale dell’86,4 percento. Nel corso del mese di aprile ha raggiunto addirittura il 91,9 percento, valore più alto degli ultimi 10 anni.

 

La crescita delle esportazioni prosegue

Se paragonato allo stesso periodo dello scorso anno, durante il primo trimestre 2018 le esportazioni di beni dell’industria MEM sono cresciute di +4,9 percento, raggiungendo così un valore di 17 miliardi di franchi svizzeri. Con +7,4 percento, le esportazioni verso l’UE hanno riscontrato la crescita più importante. Anche l’evoluzione delle esportazioni verso gli USA permane positiva (+2,2%). Unicamente le esportazioni verso l’Asia hanno subito una contrazione di -1,5 percento. L’evoluzione positiva nel campo delle esportazioni ha coinvolto tutte le principali categorie di prodotti. Particolarmente gratificante è l’aumento delle esportazioni di macchine, la categoria di prodotti del settore MEM con il maggior fatturato; la crescita è stata del 5,2 percento. Sono però amentate anche le esportazioni di metalli (+11,3%), di strumenti di precisione (+5,4%) e dell’elettrotecnica/elettronica (+3,1%).

 

Valutazione e previsioni

Jean-Philippe Kohl, direttore Swissmem a.i., vede positivamente le prospettive per l’industria MEM svizzera: “A partire da metà 2017, l’indice delle commesse si situa ad un livello elevato. Grazie a ciò, nel corso dell’anno la crescita del fatturato e degli utili dovrebbe proseguire. Questa situazione è necessaria per poter compensare le forti perdite sui margini e sulla sostanza subite nel corso degli ultimi anni”. Anche le imprenditrici e gli imprenditori mostrano ottimismo. Stando alla più recente indagine Swissmem, il 48 percento degli imprenditori prevede per i prossimi 12 mesi una crescita delle commesse provenienti dall’estero. Solo il 12 percento di loro teme una contrazione. Questo ottimismo è condiviso sia dalle grandi aziende come pure dalle PMI.



E per una volta in più, si nota la notevole importanza del mercato dell’UE per l’industria MEM. L’attuale buona congiuntura nell'UE si riflette molto positivamente sugli affari del settore MEM svizzero, stimolando così le esportazioni – con l’effetto che, nel corso del primo trimestre 2018, la quota parte delle esportazioni destinate all’UE è cresciuto al 61,5 percento. Nel medio termine, è poco probabile che l’importanza del mercato europeo subirà dei cambiamenti. Tuttavia, sarebbe importante poter sfruttare il potenziale esistente in altre regioni. Attualmente, sussiste un'opportunità con Mercosur. In questi Paesi, importanti ostacoli al commercio impediscono però lo sfruttamento delle opportunità di mercato. Di conseguenza, Swissmem sostiene l'intenzione del governo federale di concludere un accordo di libero scambio con il Mercosur.   

 

Grafica per la stampa

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

 

Ivo Zimmermann, responsabile Comunicazione
Tel. +41 44 384 48 50 / Mobile +41 79 580 04 84
E-Mail i.zimmermannanti spam bot@swissmemanti spam bot.ch

Philippe Cordonier, responsabile per la Svizzera romanda
Tel. +41 21 613 35 85 / Mobile +41 79 644 46 77
E-Mail p.cordonieranti spam bot@swissmemanti spam bot.ch


Contatto

Ivo Zimmermann

Caporeparto comunicazione

 

Telefono +41 44 384 48 50

Cellulare +41 79 580 04 84

i.zimmermannanti spam bot@swissmemanti spam bot.ch