Hintergrundbild_ITA.png

No alla tredicesima AVS

Pagina di benvenuto Impegno Politica No alla tredicesima AVS

Miliardi di costi aggiuntivi: Swissmem respinge l'iniziativa per la tredicesima AVS

Il 3 marzo 2024, gli elettori svizzeri decideranno sull'iniziativa per la tredicesima AVS. L'iniziativa chiede un aumento dell'8,3% della rendita AVS per tutti i beneficiari di una rendita AVS. L'assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS) si sta già avviando verso un ammanco finanziario miliardario. L'ampliamento dell'AVS richiesto dall'iniziativa provocherebbe un aumento ancora più precoce e marcato dei costi aggiuntivi: già nel 2026 si registrerebbero costi supplementari per 4,3 miliardi di franchi. Questo è inaccettabile. Swissmem è a favore di una stabilizzazione sostenibile del sistema previdenziale e respinge la proposta.

Di meno per tutti?! Scoprite nella nostra serie di video perché il 3 marzo la Svizzera dovrebbe dire NO alla 13a rendita AVS:

Le conseguenze negative dell'ampliamento dell'AVS richiesta dall'iniziativa sarebbero immediatamente percepite dalla maggioranza della popolazione svizzera attraverso un aumento dell’imposta sul valore aggiunto o delle trattenute sui salari. L'accettazione dell'iniziativa comporterebbe un aumento dei prezzi di beni e servizi o una riduzione dei salari dei dipendenti. In sostanza, se l'iniziativa fosse accettata, i cittadini avrebbero in tasca meno soldi. E le aziende dell'industria tecnologica dovrebbero far fronte a costi ancora più elevati.

Il Consiglio federale e il Parlamento respingono l'iniziativa. Attualmente è urgente stabilizzare finanziariamente l'AVS in modo che anche le generazioni future possano ricevere una rendita sicura. L'iniziativa vanificherebbe questo sforzo, aumenterebbe ulteriormente il cumulo di debiti dell'AVS e causerebbe costi enormi per tutti. Per saperne di più, consultare il sito web della Campagna dell'economia.

Per questo motivo i rappresentanti dell'industria tecnologica svizzera dicono NO alla 13a pensione AVS del 3 marzo:

I principali argomenti importanti contro la tredicesima AVS:

1) L'iniziativa sta costando miliardi

Poiché gli svizzeri sono sempre più anziani, l'AVS si esaurirà a partire dal 2030 se non saranno prese contromisure. È quindi urgente adottare misure di riforma. L'iniziativa a favore di una tredicesima AVS fa esattamente il contrario e provoca miliardi di costi aggiuntivi.

2) L'iniziativa indebolisce il potere d'acquisto

Per finanziare l'ampliamento dell'AVS, sarebbe necessario un aumento significativo dell'IVA o delle trattenute sui salari. Siamo tutti noi a dover pagare il conto dell'iniziativa sindacale. Particolarmente toccata sarà la classe media. E le aziende dell'industria tecnologica, che è in recessione, dovranno far fronte a costi ancora più elevati.

3) Ne beneficiano coloro che ne hanno meno bisogno

L'iniziativa è ingiusta e antisociale. Il supplemento AVS è distribuito secondo il principio dell'innaffiatoio. Chi percepisce già una rendita elevata riceverà l’aumento maggiore.

È valsa la pena leggere questo articolo?

Temi associati

Ultimo aggiornamento: 05.01.2024