Pagina di benvenuto Temi Soluzioni per la gestione dell’orario di lavoro orientate al mercato
Interlocutore Jan Krejci
Responsabile di settore
+41 44 384 42 19 +41 44 384 42 19 j.krejcinoSpam@swissmem.ch
Condividere

Soluzioni per la gestione dell’orario di lavoro orientate al mercato

Tenuto conto degli elevati costi del personale e del costo unitario del lavoro in Svizzera, la gestione dell'orario di lavoro svolge un ruolo centrale. Per poter sostenere la competitività internazionale delle imprese MEM, è necessario che vi siano condizioni quadro il più flessibili e liberali possibili.

Un sistema dell'orario di lavoro flessibile - in particolare un orario di lavoro annuale - può aiutare ad evitare ore di lavoro improduttive e ad ottimizzare l'orario di lavoro. La Legge sul lavoro e i CCL offrono un margine di manovra relativamente ampio.

In casi eccezionali, il CCL permette un aumento dell’orario di lavoro

Al fine di mantenere o creare posti di lavoro in Svizzera, in casi eccezionali sono possibili deroghe alle norme del CCL sull'orario di lavoro. Sono possibili le seguenti eccezioni:

  • l'adattamento a cicli di capacità speciali,
  • l'attuazione di progetti di innovazione specifici,
  • superare le difficoltà economiche e
  • migliorare la competitività.

In questi casi, le aziende associate a Swissmem assoggettate al CCL possono aumentare temporaneamente il loro orario di lavoro normale oltre le 40 ore settimanali, senza dover riconoscere un'indennità. Questo aumento deve essere concordato con i Rappresentanti del personale, seguendo una procedura speciale.

Rinuncia alla registrazione dell’orario di lavoro

L'attuale CCL prevede la possibilità di concordare individualmente la rinuncia a registrare l'orario di lavoro. Questo a condizione che il dipendente disponga di un ampio grado di autonomia nella pianificazione del proprio lavoro e nella scelta dell'orario di lavoro, nonché di un reddito annuo lordo superiore a CHF 120'000.-. Per le imprese significa una notevole riduzione del carico di lavoro amministrativo.

Il lavoro ridotto contribuisce a garantire posti di lavoro

L'introduzione del lavoro ridotto può contribuire a prevenire la perdita di posti di lavoro, qualora vi sia un calo temporaneo degli ordini. Grazie al lavoro ridotto, le aziende possono adattare rapidamente i costi ai volumi degli ordini, evitando così di doversi separare dal personale specializzato. Inoltre, al momento della ripresa, si evitano i costi per nuove assunzioni. Ciò va a vantaggio delle imprese, dei dipendenti e del pubblico in generale.

I nostri servizi relativi a questo tema

Condizioni quadro CCL

Il contratto collettivo di lavoro (CCL) dell'industria metalmeccanica è un contratto moderno, che...

Maggiori informazioni

Servizio giuridico per PMI

Swissmem offre alle aziende una consulenza legale competente e pratica.

Maggiori informazioni

Questi articoli possono essere di vostro interesse

Ultimo aggiornamento: 17.07.2019