Pagina di benvenuto Temi Politica della formazione
Interlocutore Marianne Röhricht
Responsabile di settore
+41 44 384 48 51 +41 44 384 48 51 m.roehrichtnoSpam@swissmem.ch
Condividere

Politica della formazione

Swissmem si impegna a favore di una formazione efficiente e ad alti rendimenti, orientata alle attitudini e alle inclinazioni degli studenti ad ogni livello di formazione, minimizzando così inutili distorsioni nelle biografie didattiche. La permeabilità del sistema formativo svizzero facilita anche lo sviluppo individuale e deve essere rafforzata e ampliata.

Un sistema duale per la formazione professionale, orientato al mercato del lavoro, così come l'ulteriore formazione pratica presso un'università professionale o una formazione professionale superiore, sono di primaria importanza per la nostra industria. Il 90% dei dipendenti dell’industria MEM possiede un titolo di studio di questo tipo.

  • Swissmem promuove l'introduzione completa del piano di formazione 21. Passa dalla conoscenza alle competenze, passando dalle capacità, dando così a una scuola ad alte prestazioni una missione moderna e aggiornata. Il piano di formazione 21 specifica il passaggio dalla scuola dell'obbligo al livello successivo, consentendo così la mobilità richiesta dalla società e dall'economia. Infine, ma non da ultimo, promuove l'orientamento professionale e rafforza le materie in campo scientifico, tecnologico, ingegneristico o matematico. Per i Cantoni semplifica la cooperazione e sfrutta le sinergie.
  • L'industria MEM è particolarmente esposta a dinamiche, e continuerà ad esserlo anche in futuro. La formazione professionale di base deve essere in grado di far fronte a queste evoluzioni e ai cambiamenti tecnologici, quali la digitalizzazione. Ciò di cui abbiamo bisogno sono formati e percorsi educativi flessibili e individualizzati.
  • Swissmem considera la dualità quale fattore determinante per il successo della formazione professionale. Questo deve essere mantenuto e promosso. A tal fine, le aziende devono poter contare su interessanti condizioni di formazione. Esse sono messe a repentaglio a causa di un'eccessiva regolamentazione del sistema di formazione. Per la formazione professionale, la Svizzera necessita di una strategia globale a livello di sistema, che sappia creare adeguate condizioni quadro affinché anche in futuro le aziende possano continuare a fare affidamento e ad investire nella formazione professionale.
  • La maturità professionale gode di particolare accettazione e sostegno da parte delle aziende MEM. La maturità professionale è un complemento ideale alla formazione professionale per studenti performanti. Gli apprendisti delle aziende di Swissmem hanno una quota di frequenza alla maturità professionale superiore alla media. Swissmem ritiene che l'obiettivo principale della maturità professionale sia la possibilità di studiare presso le scuole universitarie professionali.
  • Le scuole tecniche superiori costituiscono un importante pilastro della formazione professionale nell'industria MEM e contribuiscono così in modo significativo alla lotta contro la carenza di tecnici nel settore MEM. Il loro orientamento alla pratica distingue le scuole tecniche superiori dalle scuole universitarie professionali. Questo profilo deve essere mantenuto e affinato.
  • Una sovvenzione contenuta e adeguata dei corsi di preparazione agli esami professionali li rafforza e li avvicina alle condizioni delle università. Tuttavia, l'attenzione di questi esami deve essere posta sull'orientamento al mercato del lavoro e non deve essere compromessa da incentivi finanziari.
  • L'industria MEM ha un grande bisogno di ingegneri. Esistono differenze fondamentali tra i due percorsi formativi attraverso il liceo con studi presso una ETH e la formazione professionale di base con maturità professionale con studi presso una scuola universitaria professionale. I diversi profili di qualifica devono essere mantenuti nella loro forma attuale.
  • Swissmem sostiene il sistema di formazione permeabile con la passerella dal liceo alle scuole universitarie professionali o dal diploma di maturità professionale o dalle scuole universitarie professionali alle ETH. Tuttavia, la "strada maestra" nella formazione deve essere quella tradizionale, per poter così mantenere i diversi profili di qualifica richiesti dall'industria.

Ultimo aggiornamento: 28.02.2020